Login
Supporta il sito

Venditascacchi.it
scacchi, scacchiere e chess set completi artigianali fatti a mano in
Italia
scacchi, scacchiere e chess
set completi
artigianali fatti in Italia

Newsletter
Notizie e lezioni in pdf.

Hit Counter by technology news
Chi c'é online
0 visitatori online
0 ospiti, 0 membri
Commenti recenti
Quiz giornaliero


Please consider registering
guest

sp_LogInOut Log In sp_Registration Register

Register | Lost password?
Advanced Search

— Forum Scope —




— Match —





— Forum Options —





Minimum search word length is 4 characters - maximum search word length is 84 characters

sp_Feed Topic RSS sp_TopicIcon
Galaga e gli scacchi
19 Febbraio 2018
4:41
Avatar
Stefano Gemma
Member
Members
Forum Posts: 201
Member Since:
13 Maggio 2015
sp_UserOfflineSmall Offline

Tempo fa, ho portato la famiglia (ignara!) ad una mostra di video giochi anni 80/90. Grande sorpresa per i figli, che avevano da poco visto Stranger Things, serie nella quale fa capolino proprio una sala giochi degli anni ’80. E gli scacchi? Neanche l’ombra, ovviamente… ma c’era un gioco che mi piaceva molto, da giovane: Galaga, per l’appunto. Ho giochicchiato un po’, avvicinandomi al record del giorno; quando sono tornato, una decina di minuti dopo, ho visto che qualcuno aveva migliorato il record. Mi ci sono messo d’impegno ed ho scoperto che mi riusciva ancora bene! Ho letteralmente stracciato il record di Galaga, almeno quello di quella macchina in quella giornata, andandomene soddisfatto. E gli scacchi? Ora ci arrivo…

Per fare punti a Galaga, serve molta concentrazione ma, soprattutto, bisogna “crederci” ed essere un tutt’uno con la piccola astronave, sapendo schivare i colpi dei nemici ed i nemici stessi, che si fiondano a Kamikaze su di te. E gli scacchi? Perché, non sono questo gli scacchi?

Concentrazione e crederci e capire che ad ogni mossa puoi perdere la partita e rovinare il torneo. Essere riuscito a battere un ignoto giocatore a Galaga, in una remota e sperduta località sul Garda, su una macchina vecchia di decine d’anni, mi ha dato il “la” per cambiare modo di giocare proprio a scacchi. Ho rispolverato un vecchio libro di Averbach ed ho ripreso a studiare (qualunque libro sarebbe andato bene, quel che conta è il concetto). Al Provinciale di Mantova, conclusosi ieri, ho giocato meglio che negli ultimi 3 anni, battendo un CM ed impensierendone almeno uno, resistendo (ma senza grande splendore) ad un terzo. 3 punti su 4 col nero ed una performance di più di 1800 ELO, solo cambiando approccio alla partita, non è decisamente niente male.

Non per fare lo spaccone ma… hey… sono tornato!

19 Febbraio 2018
4:46
Avatar
Giuseppe Tarascio
Amministratore
Forum Posts: 1910
Member Since:
30 Novembre -0001
sp_UserOfflineSmall Offline

Bravo!!

Playchess: Tarascio_Giusepp
19 Febbraio 2018
5:18
Avatar
Stefano Gemma
Member
Members
Forum Posts: 201
Member Since:
13 Maggio 2015
sp_UserOfflineSmall Offline

Immancabile una partita, che racchiude sia il percorso fatto che (soprattutto) quello ancora da fare. Questa l’ho persa contro un CM, per alcuni motivi:

– non ho saputo concretizzare l’attacco e sfruttare pienamente le case nere deboli dell’avversario (ho ritardato troppo il cambio dell’alfiere in fianchetto)

– non ho giocato con precisione il seguito (dopo i cambi al centro), permettendo al nero di indebolirmi la struttura pedonale sull’ala di Donna (non avrei dovuto fare il cambio a distanza dei cavalli e ritirare semplicemente il mio, lasciando il suo in presa in c3)

– ho giocato male il finale, permettendo al nero di sfruttare la mia debolezza in c2 c3

Nonostante tutto, considerato anche l’avversario, sono soddisfatto di questa partita:

20 Febbraio 2018
4:18
Avatar
Stefano Gemma
Member
Members
Forum Posts: 201
Member Since:
13 Maggio 2015
sp_UserOfflineSmall Offline

Della serie: quando si sottovaluta un 2N: nella prima partita dello stesso torneo, ho invece giocato decisamente bene (ma con qualche errore, svista e possibilità non colte). Il mio pensiero in apertura è stato quello di:

1) evitare varianti sicuramente note all’avversario

2) limitare la mobilità dei suoi alfieri

Ho commesso un errore d’analisi alla mossa 27 …, Cb2, sacrificando un cavallo per deviare l’alfiere (l’idea c’era ma mi è sfuggito un particolare). Sacrificare si doveva, ma non così… e mi stuzzicava il matto “brillante” che si intravede. In effetti, di 3 sacrifici giocabili alla 27a, solo uno era buono ma l’ho visto solo analizzandola a casa. Uno l’ho scartato giustamente in partita e l’altro l’ho giocato (Cb2).

Mi sono salvato con un incredibile finale.

Senza usare il computer, cosa dovrebbe giocare il nero alla mossa 27? Io lo so… ma non lo dico: 😉

PS: guardatela dal lato del nero, invertendo la scacchiera

30 Dicembre 2018
9:03
Avatar
Stefano Gemma
Member
Members
Forum Posts: 201
Member Since:
13 Maggio 2015
sp_UserOfflineSmall Offline

Dopo quasi un anno, si vedono finalmente i risultati! Non ho vinto i mondiali ma ho ottenuto un onesto 7° posto al Provinciale di Mantova, con 4 vittorie su 6 partite (perdendo dai primi due in classifica). Un radicale cambio di mentalità ed un po’ di studio sono bastati per migliorare il mio gioco e recuperare la “forma” degli anni migliori.

Non posto le partite… tanto non le commenta mai nessuno 😉

30 Dicembre 2018
9:09
Avatar
Giuseppe Tarascio
Amministratore
Forum Posts: 1910
Member Since:
30 Novembre -0001
sp_UserOfflineSmall Offline

Variazione ELO?

Playchess: Tarascio_Giusepp
30 Dicembre 2018
10:52
Avatar
Stefano Gemma
Member
Members
Forum Posts: 201
Member Since:
13 Maggio 2015
sp_UserOfflineSmall Offline

Giuseppe Tarascio ha detto

Variazione ELO?

Ho vinto 3 partite con giocatori adulti ma senza ELO FIDE, una con un ragazzino con un ELO FIDE basso e le due perse erano contro candidati sopra i 1900… per cui con 4/6 ho perso un paio di punti ELO! L’anno scorso avevo fatto solo 3 punti ma avevo battuto un CM, per cui avevo guadagnato 90 punti. La performance di quest’anno è stata di 1691 mentre l’anno scorso di circa 1800. Misteri dell’ELO…

Campionato Provinciale Mantova 2019

Ho vinto un finale istruttivo di Alfiere e 4 pedoni contro Cavallo e 4 pedoni, pur non giocandolo perfettamente (l’avrei potuto vincere più velocemente e con meno rischi); sono uscito indenne dall’apertura contro i due CM, con forse una migliore posizione e maggiore attività dei pezzi… e, soprattutto, non ho mai perso la concentrazione, come mi succedeva nei tornei in Umbria!

Di questo passo, ancora una decina d’anni… e passerò di prima Nazionale! 🙂

31 Dicembre 2018
4:17
Avatar
Stefano Gemma
Member
Members
Forum Posts: 201
Member Since:
13 Maggio 2015
sp_UserOfflineSmall Offline

PS: questa è la partita Alfiere vs Cavallo:

(alla 52a mossa Ad2+ era vincente!)

Forum Timezone: UTC 1

Most Users Ever Online: 23

Currently Online:
4 Guest(s)

Currently Browsing this Page:
1 Guest(s)

Top Posters:

madame x: 501

Masterblaster: 232

Stefano Gemma: 201

pinkmoon: 146

DNApisano: 139

Luciano: 111

Member Stats:

Guest Posters: 3

Members: 5451

Moderators: 0

Admins: 1

Forum Stats:

Groups: 1

Forums: 1

Topics: 294

Posts: 4161

Newest Members: Diegopaolo

Administrators: Giuseppe Tarascio: 1910

I Commenti sono chiusi


Hit Counter by technology news