Login
Supporta il sito

Venditascacchi.it
scacchi, scacchiere e chess set completi artigianali fatti a mano in
Italia
scacchi, scacchiere e chess
set completi
artigianali fatti in Italia

Newsletter
Notizie e lezioni in pdf.

Hit Counter by technology news
Chi c'é online
3 visitatori online
2 ospiti, 1 membri
Commenti recenti
Quiz giornaliero

Beefeater 5

BEEFEATER in apertura

Concludiamo col Beefeater per antonomasia: teoria della Dzindzi’s Indian Defence.
Partita commentata:
Grochal,J (2234)-Primel,D (1982)/Cappelle-la-Grande 2015

3 Commenti a “Beefeater 5”

  • FrancescoGiaco says:

    Grazie! Altro video molto istruttivo. Posso fare una domanda, senza entrare nel merito della teoria,dato che non è lo scopo di queste splendide lezioni, ma solamente basata su considerazioni strategiche?
    Dopo e4 ed f3 del Bianco, per il Nero non sarebbe meglio continuare la strategia su case scure ed affiancare i pedoni centrali con la spinta e5? Se il Bianco spinge in d6 o cattura en passant, Cc6 continua a premere sul centro, oltre che sviluppare un pezzo? Grazie per l’attenzione.
    Ps a mio modesto parere, i video con la notazione, sono più utili. Non ho mai avuto problemi nella visualizzazione, anche a schermo intero.

  • Giuseppe Tarascio says:

    Visualizzo la posizione a ui fai riferimento nel seguente diagramma:
    rnbqk1nr/pp1p3p/6p1/2pPp3/2P1p3/2P2P2/P5PP/R1BQKBNR w KQkq e6 0 8rnbqk1nr/pp1p3p/6p1/2pPp3/2P1p3/2P2P2/P5PP/R1BQKBNR w KQkq e6 0 8

    L’idea strategica di giocare 7…e5 (nel mio video ho mostrato solo 7…exf3 e 7…Da5, come aveva fatto Dzindzichashvili nei suoi video) è contenuta nel DVD del 2011 (+libro, in passato in vendita anche su Amazon) -Crushing White: The DZINDZI INDIAN!- del GM Ron Henley per la casa editrice onlinechesslessons.net (attualmente assorbita da ichess). Fui attirato dal sottotitolo:”an easy to learn chess opening & strategy” e ovviamente lo possiedo.
    Di recente, ho visto che è stato ripubblicato nel catalogo Empire of Chess col titolo:
    Vol 108: Dominate 1.d4 with The Dzindzi Indian – GM Ron W. Henley
    Ma il materiale (ossia, le partite commentate) mi sembrano le stesse della precedente edizione!
    CONCLUSIONE. Potrei fare una ricerca sul mio Mega Database 2019 (prodotto Chessbase) e vedere se vi sono altre partite giocate con la stessa idea, per valutare l’attuale stato dell’arte, facendo ovviamente altri video sull’argomento tipo:”Beefeater is back again” 😆 😆

    P.S. Grazie per il tuo commento stimolante e pertinente al video.

  • FrancescoGiaco says:

    Grazie per la risposta così esaustiva e per i link.
    Sono contento di non aver proposto un’idea balzana. Mi son basato sulle considerazioni posizionali e strategiche illustrate nei video precedenti e in base alla struttura pedonale, per valutare la posizione, come ha sempre insegnato in tutti i video sul sito.
    Da quando ho iniziato a guardare la scacchiera in altro modo (non voglio dire giocare meglio), sono un po’ allergico ai “sistemi universali” o ai titoli “vinci, demolisci, batti, distruggi”…
    Indubbiamente l’apertura ha la sua importanza, come il mediogioco e il finale ma per citare i video del Maestro Branca (spero non me voglia se la citazione non è perfetta), contano più le idee associate alla apertura e i piani di gioco e la strategia conseguenti. Almeno fino a un Elo di 2200 o oltre, non credo che le partite si vincano grazie all’ultimo libro, ma al penultimo errore.
    Anche perché, come diceva Larsen “a volte il nostro avversario è così ignorante o maleducato da giocare una mossa che non conosciamo”. E, finito il libro imparato a memoria, arrivano gli strafalcioni.
    Grazie ancora. Non vedo l’ora del prossimo video. Un caro saluto.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Hit Counter by technology news