Login
Supporta il sito
Newsletter
Notizie e lezioni in pdf.

Hit Counter by technology news
Chi c'é online
1 visitatori online
1 ospiti, 0 membri
Commenti recenti
Contattami su Skype
Skype Me!
Skype Me!
Chat with me
Send me a file
Quiz giornaliero

Videolezione 34

Tecnica standard nel finale della Catalana Aperta

Imparare a memoria lunghe linee teoriche è sicuramente importante, ma anche conoscere gli schemi generali di mediogioco e le tecniche del finale, specifiche per un sistema di apertura, porta ad un progressivo miglioramento della comprensione generale del gioco.
Qui affronto, non casualmente ( la gioco io!), un tipo di finale tipico dell’Apertura Catalana, sistema spesso sottovalutato. Ma già i Maestri del secolo scorso, come Reti, Rubinstein ed
Alekhine, temevano l’alfiere campochiaro fianchettato in g2, la cui attività è esercitatata sia sul centro che sul lato di Donna del Nero. Altro vantaggio è la solida posizione del Re bianco, che evita sconfitte improvvise nelle prime mosse. Per questa ragione la Catalana è stata sempre adottata da giocatori posizionali, che amano tenere il gioco sotto controllo. Ma anche giocatori aggressivi come Garry Kasparov, Vladimir Kramnik e Boris Gelfand l’hanno usata con successo.
Nella Catalana Aperta (in cui il Nero gioca d5xc4) spesso si produce un finale con la struttura pedonale a6/b5, a cui è dedicata questa lezione. Vi è un metodo standard per sfruttare le debolezze provocate dalle spinte a6/b5: si occupa precocemente la colonna c- (o la colonna d-) e poi per mezzo di Ce5 o Ce1 si cambiano gli alfieri campochiaro (Ab7xAg2). Questo cambio indebolisce soprattutto il controllo del Nero sulla casa c6-. Il cavallo poi si traferisce in d3, per controllare le case b4, c5 ed e5.
Anche chi non gioca la Catalana può trarre giovamento dal metodo usato per “costruire” questa videolezione, utilizzandolo per le proprie aperture preferite.

Se vuoi scaricare il video (24MB; 27′) clicca qui: Il Finale nella Catalana Aperta (1018)

7 Commenti a “Videolezione 34”

  • Qwerty8 says:

    Ma nella posizione finale, alla 42esima mossa della seconda partita,se il nero si fosse avvicinato alla casa h8 non sarebbe finita in parita` la partita?
    Un’ altra cosa, qual e` il suo attuale repertorio maestro?
    Grazie.

  • No, era un finale comunque perso.
    Al momento, col Bianco gioco 1.d4 (Catalana). Col Nero la Siciliana (Dragone Iperaccelerato) contro 1.e4 ed il “Tango” contro 1.d4. Contro l’Inglese la simmetrica.

  • madame x says:

    Tango?
    Adoro il Tango..quello argentino in particolare! 🙂

  • Ahem, non si tratta propriamente di quello…
    Il “Tango dei Cavalli Neri” o “Difesa Messicana” è un’apertura inventata dal GM messicano Torre (quello dell’Attacco Torre) ma portato alla ribalta da un libretto del MI Orlov negli anni ’80. Lo giocò anche Alex Yermolinsky, che osò usarlo anche contro Kasparov.
    E’ caratterizzato dalle mosse 1.d4 Cf6 2.c4 Cc6.
    Ha due idee dietro:
    A) dopo 3.Cf3 (la mossa più frequente) e6 4.Cc3 si rientra in una NimzoIndiana variante di Zurigo (sistema Svizzero);
    b) Dopo 3.Cc3 e5 4.d5 Ce7 5.e4 Cg6 i cavalli neri affiancati sul lato di Re intendono attaccare sul lato di Re (Tango vero e proprio).
    Ma il Bianco ha anche altre chances: ad esempio 3.Cf3 e6 4.a3 (Kasparov) il Nero può giocare 4…d6+g6 (rientrando in una Est-Indiana) o 4…d5+g6 (rientrando in un setup Gruenfeld).
    Insomma, si tratta di apertura molto complicata: il Nero deve conoscere Nimzo-Indiana + Est-Indiana + le linee proprie del Tango.
    Fate quello che dico, ma NON seguite quello che faccio!
    La sconsiglio a tutti!

  • danilox says:

    E dopo 3.Cf3-e6 4.g3?

  • madame x says:

    Non osavo chiedere apertamente in cosa consiste la difesa “Tango” su d4 perchè già immaginavo la risposta guarda…. ci avrei messo la mano sul fuoco!!
    E allora ho cercato di arrivarci per vie traverse. 🙂

    Ma lo sapevo , eccome se lo sapevo: doccia scozzese anche questa volta anzi, vere e proprie secchiate d’acqua fredda !

    … come mostrare le caramelle ad un bambino e poi dire: le mangio io perchè a te fanno male! 🙁

  • E dopo 3.Cf3-e6 4.g3?

    Giusta osservazione! Gioco 4…Ab4+ e rientro nella Bogo-Indiana, una delle mie aperture preferite. Però, la quantità di teoria aumenta, come è possibile vedere. Perciò è pericoloso ballare il Tango! 😆

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Hit Counter by technology news