Login
Supporta il sito
Newsletter
Notizie e lezioni in pdf.

Hit Counter by technology news
Chi c'é online
2 visitatori online
2 ospiti, 0 membri
Commenti recenti
Contattami su Skype
Skype Me!
Skype Me!
Chat with me
Send me a file
Quiz giornaliero

Videolezione 24

Perchè bisogna studiare più sistemi di apertura?

La teoria delle aperture è vastissima, e pertanto sembra naturale il desiderio di “specializzarsi” su un sistema. Però, se scegliamo aperture apparentemente “facili” (cito ad esempio il Sistema Colle, definito da Dzindzichashvili “the businessman opening”) capita di rimanere insoddisfatti delle performances ottenute (pochi piani di mediogioco a disposizione facilitano la preparazione dell’avversario). Ma. passare a sistemi più evoluti (come 1.d4 2.c4 , sempre per rimanere legati all’esempio), ci appare tempo perso: “Stavo così bene col Colle, perchè cambiare? Perdo la familiarità con il mediogioco”.
Nel video, vi presento una interessante partita che inizia con la Apertura Catalana (perciò la stavo studiando) ma poi, mentre il Nero gioca un setup della Semislava, si trasforma dapprima in una Difesa Francese e poi in un Attacco Indiano (KIA). Una follia? Guardare per credere! Comunque, la lezione è: non fossilizzatevi!
Ecco il video; Potete vederlo direttamente cliccando sulla freccia: dura circa 22′.
Oppure potete salvarne una copia, in quanto il file è downloadabile, per poterlo guardare a schermo intero: 15 Mb. Cliccate qui: Catalana chiusa 24 (1156).

3 Commenti a “Videolezione 24”

  • seanconiglio says:

    Partita molto istruttiva e commento di cristallina chiarezza. Complimenti Maestro.

  • Dvoretskij says:

    Non ho ancora visto del tutto il video per mancanza di tempo, ne ho spulciato per bene il sito, ma devo farti i miei complimenti per l’ottimo sito che hai creato, soprattutto perchè è free e per tutti, al di là dei consigli che dai!

    Un CM da riprendere

  • Gianfranco says:

    Come al solito una lezione magnificamente spiegata. grazie Maestro per il tuo impegno.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Hit Counter by technology news