Login
Supporta il sito

Venditascacchi.it
scacchi, scacchiere e chess set completi artigianali fatti a mano in
Italia
scacchi, scacchiere e chess
set completi
artigianali fatti in Italia

Newsletter
Notizie e lezioni in pdf.

Hit Counter by technology news
Chi c'é online
1 visitatori online
1 ospiti, 0 membri
Commenti recenti
Quiz giornaliero

MASter N

20 Commenti a “MASter N”

  • Masterblaster says:

    La variante con h5 giocata dal nero alla seconda mossa non è di sicuro la confutazione del sistema di Londra. In realtà il sistema di Londra può essere una apertura solida ma rispetta tutti i principi posizionali del gioco degli scacchi quali, ad esempio, lo sviluppo dei pezzi e il controllo del centro. Ovviamente non è un sistema universale, dato che sistemi universali non esistono, ma è comunque una scelta logica se non si hanno grandi ambizioni di vantaggi in apertura. Non suggerisco h5 nel gioco a tavolino a tempo lungo ma, considerato che il gioco Lampo e soprattutto il gioco lampo on-line seguono regole diverse, questo tentativo può essere un buon sistema per complicare fin dall’inizio la posizione e condurre il bianco fuori dalla sua comfort zone. Giocando lampo non abbiamo soltanto 32 pezzi ma abbiamo anche l’elemento orologio che conta quanto un pezzo qualsiasi. Nel gioco lampo on-line anche la connessione è il mouse devono essere considerati dei pezzi. Ecco perché questo genere di varianti, sicuramente scorrette ma anche molto interessanti, possono avere il loro diritto di cittadinanza nel variegato mondo scacchistico.

  • FANTASTICO says:

    Un saluto al Maestro Tarascio, all’autore del video e ai lettori.

    Per l’autore del video:
    Sperando di non disturbarla vorrei chiederle delle cose:
    1) Ritiene il sistema da Lei proposto buono allo stesso modo contro 2…d6 e contro 2…e6? Glielo chiedo perchè con 2…e6 c’è la possibilità di …Ab4 e se il Bianco caccia l’Alfiere con a3 e b4 penso possa scordarsi l’arrocco lungo.
    2) Dopo 2…Cc6 lei propone il sistema camaleonte che io ho giocato decine e decine di volte in partite non solo lampo ma proprio di torneo a cadenza lunga (lo conobbi dal match Fischer-Spassky del 1992), ebbene: per mia esperienza tale sistema (ovviamente intendo quello chiuso dato che con d4 si rientra negli schemi ben noti della difesa siciliana…quelli principali diciamo!) è disinnescato dal set-up russo (…g7, …Ag7 e …Cge7) mentre è un po’ migliore quando il Nero gioca …Cf6 e …Ae7. Lei è daccordo o conosce dei miglioramenti per il gioco del bianco ?
    3) Dopo la sequenza 1.e4 c5 2.Cc3 Cc6 3.Cge2 e5, secondo lei è meglio per il Bianco sviluppare l’Af1 in fianchetto (come giocò Fischer) o giocare la variante principale con Ac4?

    Un’ultima domanda (che non ha nulla a che fare con il video) per il Maestro Tarascio, per l’autore del video e per chi voglia rispondere.

    Stando ai fatti ad eccezione di Judith Polgar nessuna donna della storia degli scacchi è mai riuscita ad essere all’altezza dei primi 5-10 giocatori della sua epoca.
    La domanda è: come mai?

    Saluto il Maestro Tarascio, l’autore del video e i lettori.

    1N Riccio Luigi

  • Masterblaster says:

    Lascio volentieri la risposta al quesito n. 4 al M° Tarascio.

    n. 1) La mia risposta è no.Lo schema è fatto per evitare la Naydorf e il Dragone. In tutti gli altri casi non mi sento di consigliarlo anche se ho visto partite iniziare 1. e4 c5 2. d4 seguita da Dxd4

    n.2) A dire il vero ogni tentativo del Bianco di guadagnare un vantaggio in apertura, in qualsiasi apertura, è sempre disinnescato da una contro risposta del Nero. Nel mio video sulla Siciliana Camaleonte presento una possibile variante per acquisire una certa iniziativa. Bisogna tener presente che la combinazione di mosse e5 ( o e6) e g6 possono avere delle controindicazioni.

    n. 3) Credo che con un Cavallo in e2 sia difficile e costoso, in termini di tempo, portare l’Alfiere in c4. Per il resto vale la risposta data sopra.

  • FANTASTICO says:

    Un saluto al Maestro Tarascio, a “Masterblaster” e ai lettori.

    La ringrazio per la risposta.
    Ho fatto la domanda alla quale Lei (legittimamente) non ha voluto rispondere anche ad un altro Maestro titolare di un canale su youtube il quale anche lui (zac!) non mi ha risposto.
    Vorrei tanto dire un bel po’ di cose sul perchè su tali argomenti (ma anche su altri!) nessuno vuole esporsi (o meglio si ha il timore di esporsi) ma meglio evitare (e questo lo dico “Masterblaster” in Sua difesa come a difesa dell’altro Maestro).
    Chissà se risponderà il Maestro Tarascio.

    Saluto il Maestro Tarascio, “Masterblaster” e i lettori.

    1N Riccio Luigi

  • FANTASTICO says:

    Un saluto al Maestro Tarascio, a “Masterblaster” e ai lettori.

    Per “Masterblaster”.
    Scusi se la disturbo nuovamente e spero di non abusare della sua pazienza e gentilezza.
    Anni fa (2010) in un torneo a Bari contro un forte giovane giocatore barese (over 2100 allora) io ero il Bianco e giocammo la seguente sequenza di mosse (mi permetto di commentarle velocemente per esprimere il mio pensiero e per poi farle delle domande):

    1.e4 c5 2.Nc3 Nc6 3.Nge2 g6

    A questo punto il Bianco è a un bivio: o spinge subito in d4 o dovrà, nella migliore delle ipotesi ritardarla per un bel po’ di mosse, dovendo quindi giocare, almeno momentaneamente la variante chiusa.

    4.g3

    Ritengo, sperando di non sbagliare, che sia più nello spirito dell’apertura rispetto a 4.d4 che inscenerebbe la siciliana classica aperta.

    4…Bg7 5.Bg2 d6 6.0–0 e6 7.d3 Nge7 (set-up russo) 8.Be3

    Ecco un punto nodale. La mia idea è di prendere in considerazione la spinta in d4 cercando di sfruttare, se si apre la posizione la cattiva posizione del Ce7 oltre all’arretratezza del pedone d6 (benchè dopo i cambi in d4 il Ce7 migliorerebbe la sua posizione portandosi in c6).

    8…Nd4

    Il Nero impedisce radicalmente la spinta in d4 ottenendo secondo me già posizione lievemente superiore.

    9.Qd2 Nec6 10.Nd1

    Per spingere in c3 e difendendo il pedone b2.

    10…0–0 11.c3 Nxe2+ 12.Qxe2 Rb8 13.Qd2

    Per cambiare l’Ag7 il Bianco deve perdere un tempo con la Donna senza contare che il Nero potrebbe opporsi a tale cambio giocando …Te8 e poi …Ah8.

    13…Bd7 14.Bh6 b5 15.Bxg7 Kxg7 16.Ne3 e5 17.f4 f6 18.f5 g5

    A questo punto l’apertura è finita. Ritengo il Nero in vantaggio in quanto il suo “attacco” sull’ala di donna è certamente più veloce e consistente rispetto al “mio” sull’ala di re che è ben lontano da prospettive serie. E’ vero ho la casa d5…bella a vedersi ma del tutto inutile e la spinta in d4 dovrebbe essere preparata con la ritirata Cc2 senza contare che non vedo come il Bianco possa minacciare qualcosa spingendo in d4 visto che il Nero ha i pezzi ben piazzati.

    Scusandomi per l’essere stato prolisso le chiedo:

    Ho sbagliato qualcosa nella mia condotta dell’apertura? Dove si può migliorare il gioco del Bianco? Il Piano che ho utilizzato è secondo lei quello più corretto?

    Siccome reputo questa posizione interessante per valutare tutta (o quasi) la capacità del sistema camaleonte le chiedo, confidando sulla sua obbiettività, se la variante scelta dal Nero può essere una confutazione del sistema (per la serie una sua risposta potrebbe essere (spero di no)… se il nero fa questo set-up rassegnati e inventati qualcosa nel mediogioco… ).

    La ringrazio anticipatamente e, salutando il Maestro Tarascio, saluto Lei e i lettori.

    1N Riccio Luigi.

  • Masterblaster says:

    Ho fatto la domanda alla quale Lei (legittimamente) non ha voluto rispondere anche ad un altro Maestro titolare di un canale su youtube il quale anche lui (zac!) non mi ha risposto.

    Per quello che riguarda me vorrei precisare che non sono un tuttologo e non credo che sia giusto e neppure corretto nei confronti di chi mi legge, che io mi addentri in campi che non mi competono. Credo anche che ogni risposta potrebbe essere vera e falsa un po’ come succede nel paradosso del gatto di Schrödinger.

    Un articolo che cerca di dare uyna risposta è reperibile al seguente indirizzo.

    https://www.fanpage.it/cultura/la-regina-degli-scacchi-e-il-gender-gap-gli-scacchi-sono-un-gioco-per-soli-uomini/

  • FANTASTICO says:

    Un saluto al Maestro Tarascio, a “Masterblaster” e ai lettori.

    La ringrazio “Masterblaster” per la risposta per quel che riguarda la domanda sulle potenziali top GM donne. Naturalmente sapevo che la sua risposta non sarebbe stata un dogma assoluto ma semplicemente una opinione di un forte giocatore di scacchi.
    Nel ringraziarla nuovamente saluto il Maestro Tarascio, Lei e i lettori, sperando mi risponda in merito all’apertura della partita che legge sopra.

    1N Riccio Luigi

  • Masterblaster says:

    in un torneo a Bari contro un forte giovane giocatore barese (over 2100 allora) io ero il Bianco e giocammo la seguente sequenza di mosse (mi permetto di commentarle velocemente per esprimere il mio pensiero e per poi farle delle domande):

    1.e4 c5 2.Nc3 Nc6 3.Nge2 g6

    A questo punto il Bianco è a un bivio: o spinge subito in d4 o dovrà, nella migliore delle ipotesi ritardarla per un bel po’ di mosse, dovendo quindi giocare, almeno momentaneamente la variante chiusa.

    4.g3

    Ritengo, sperando di non sbagliare, che sia più nello spirito dell’apertura rispetto a 4.d4 che inscenerebbe la siciliana classica aperta.

    Il sistema Camaleonte ha una peculiarità: non ci sono mosse che rientrano nello “spirito” dell’apertura. faccio un esempio pratico. Se il Nero apre il fianchetto, come nell’esempio, il Bianco può naturalmente giocare 4. g3 ma può decidere di giocare subito 4. d4. Può darsi che nel suo repertorio abbia una linea particolarmente efficace contro il Dragone Accelerato, può semplicemente essere contento di non dover affrontare la Najdorf, la Lowental o la Kalashnikov o il sistema Kan che, in alcune linee, non prevede lo sviluppo del Cavallo in c6.

    Veniamo però alla partita in questione. Abbiamo imparato, gradando le partite di Carlsen, come si gioca partendo da posizioni pari o che addirittura sembrano patte. A volte il norvegese sembra cavare sangue da una rapa per quanto riesce a spremere una posizione tenendo sotto pressione l’avversario. Tuttavia il gioco di un GM del suo calibro è un po’ troppo sofisticato per noi e per il nostro livello. Allora dobbiamo andare alla ricerca di un altro “eroe” al quale ispirarci. Credo che un giocatore tenuto un po’ ai margini sia E. lasker. Le sue partite, un po’ naive se confrontate con quelle dei giocatori moderni, sono molto istruttive su come si gestiscono vari tipi di posizione.

    restando nel nostro campo, anche Lasker adoperava la Siciliana Chiusa e le sue partite sono un buon esempio.

    Per non appesantire il post dirò sioltanto che il modo moderno di trattare questa poszione prevede che il B. giochi Ag5 al posto di Ae3. Se il Nero caccia l’Alfiere con h6 allora la Donna andrà in d2 con guadagno di tempo. Se invece il N. non si lascia provocare egioca, ad esempio, 0-0 allora la Donna andrà ugualmente in d2 seguita da Tb1 che è il metodo moderno di trattare questa posizione. Inoltre avrà il vantaggio di poter giocare all’occorrenza Cxd4 senza temere la forchetta Ae3-Cc3.

    Ci sono molte partite che seguono questa falsariga. Ag5 è già stato usato da Spasskj in alcune sue partite e, più modernamente, lo schema con Tb1, che persegue il duplice scopo di difendere il pedone i b2 e di preparare un’eventuale spinta in b4, è stato ideato e analizzato dal GM israeliano Jacob Murey.

    Non escludo di registrare un video su questa linea. Molto dipende dal gradimento che riceveranno i miei video su Youtube.

    Nel frattempo spero di aver dato una risposta soddisfacente alla domanda anche se, ovviamente, ampiamente incompleta.
    Spero copmunq

  • FANTASTICO says:

    Un saluto al Maestro Tarascio, a “Masterblaster” e ai lettori.

    La ringrazio per la notevole e lunga risposta che comunque mi apre uno spiraglio su come giocare contro le mosse del Nero.
    Naturalmente mi farebbe piacere se facesse un video su questa variante e penso farebbe piacere a tutti quelli che giocano (come me da anni) o intendono giocare la variante camaleonte.
    Nel ringraziarla nuovamente per la disponibilità avuta la saluto cordialmente, come saluto il Maestro Tarascio e i lettori.

    1N Riccio Luigi

  • gynuskeen says:

    Un saluto al Maestro Tarascio, a “Masterblaster” e ai lettori.
    La ringrazio per la risposta.
    Ho fatto la domanda alla quale Lei (legittimamente) non ha voluto rispondere anche ad un altro Maestro titolare di un canale su youtube il quale anche lui (zac!) non mi ha risposto.
    Vorrei tanto dire un bel po’ di cose sul perchè su tali argomenti (ma anche su altri!) nessuno vuole esporsi (o meglio si ha il timore di esporsi) ma meglio evitare (e questo lo dico “Masterblaster” in Sua difesa come a difesa dell’altro Maestro).
    Chissà se risponderà il Maestro Tarascio.

    Saluto il Maestro Tarascio, “Masterblaster” e i lettori.

    1N Riccio Luigi

    Penso che tu ti riferisca alla correlazione, apparentemente negativa, fra donne e scacchi.
    Provo a rispondere io, non come valente scacchista (che non sono), ma almeno come conoscitore delle donne, dato che sono un ginecologo.
    La mia professione mi avvantaggia verso altri uomini nel poter parlare piu’ francamente delle donne, quando invece altri si trovano costretti a fermarsi di fronte ai dogmi del “politicamente corretto”, Tanto che tu ti senti forzato a scrivere che la mancata risposta alla tua domanda da parte di alcuni maestri e’ dopo tutto “legittima”.
    Ma persino un medico non e’ detto che sia capace di parlare chiaro: alcuni diventano complici degli errori dei pazienti, finendo per non aiutarli.

    Allora cerchero’ di parlare chiaro: naturalmente le generalizzazioni hanno il ben noto difetto di essere antipatiche perche’ sembrano assolutistiche. Siccome sono sicuro che siate persone intelligenti e non in malafede, sono sicuro che comprenderete che ogni affermazione che faro’ sottintendera’ “in maggiore percentuale rispetto agli uomini, le donne… ecc. ecc.”. Il che non impedira’ naturalmente che, per ogni caratteristica, vi siano molte donne sempre migliori di molti uomini.

    Le donne hanno ottime capacita’ di studio, di ragionamento logico, tanto da poter comprendere al meglio i principi della teoria scacchistica, anche meglio degli uomini.
    All’atto di applicarsi agli scacchi e di giocare a scacchi tuttavia:
    – le donne non si appassionano a questo tipo di gioco tanto quanto gli uomini (per inciso anche ai maschi omosessuali, in percentuale rispetto agli eterosessuali, gli scacchi piacciono meno). Anche senza arrivare all’eccesso pronunciato da Kasparov: “gli scacchi sono il gioco piu’ violento che esista”, sicuramente e’ un gioco dove si sferrano dei colpi, mentre non si usa diplomazia, ne’ le mosse possono restare infidamente o vigliaccamente segrete. Traslato nella realta’ puo’ corrispondere alle statistiche per cui le donne sono meno violente degli uomini in generale, non amano combattere in modo Yang aggredendo direttamente e sferrando colpi, e le assassine di sesso femminile includono una certa percentuale ben superiore a quanto si trova tra gli uomini, di metodi d’uccisione Yin, in cui e’ un altro elemento o sostanza ad uccidere in modo talora nascosto (annegamento, varie tipologie di avvelenamento):
    – similmente a quanto si osserva in sport di movimento in forma di coordinazione oculo-motoria, in un gioco da tavolo geometrico come gli scacchi, le donne difettano nelle capacita’ visuo-spaziali (confermato da recenti metaanalisi della letteratura scientifica). Scusate ma non e’ casuale quindi che si notino dei difetti (ma guai a parlarne…!) quando le donne guidano e non tengono una linea di corsia corretta, o una velocita’ di sicurezza, o sbaglino l’ingresso e le sterzate nei parcheggi;
    – le donne hanno una sensibilita’ emotiva che ‘le frega’ in situazioni di particolare pressione, o dove la partita esce troppo da binari strategici conosciuti, non riuscendo a riadattarsi a situazioni difficili troppo sorprendenti rispetto a quanto pur doviziosamente studiato e preparato;
    – persino la buona onesta’ intellettuale che le donne hanno potrebbe non essere un vantaggio in situazioni scacchistiche di alto livello, nelle quali occorra mantenere una complicazione nella posizione o addirittura cercare appositamente una complicazione, come si suol dire ‘pescando nel torbido’.

    Ecco non so se ho risposto in un modo che ti sia piaciuto, ma questo credimi che vuole essere il mio onesto contributo.
    Cari saluti

  • Masterblaster says:

    Già che ci siamo vorrei spiegare brevemente i titoli dei miei video. Avete visto, ad esempio “Beat the guerrillas” nel video sulla Grunfeld. Il riferimento è a quelle difese aggressive con le quali il Nero cerca di tendere imboscate al Bianco in puro stile di gerriglia.

    troverete anche video dal titolo “Have a bandit day”. Se avete visto il film “Top Gun” sicuramente ricorderete il quadretto appeso al muro nella sala riunioni dei piloti che riportava questa esatta dicitura. “Bandit” sono definiti aerei sconosciuti, presumibilmente ostili, che vengono intercettati dai radar e che provocano uno “scramble (decollo immediato)dei caccia addetti alla difesa.

    “Bandit” però ha anche un sinonimo di “Bad-ass” che nell’ Urban Dictionary indica un tipo duro, sfrontato… un tipo c422ut0, insomma.

    Il titolo “have a bandit day” è l’augurio di affrontare col nero un avversario perfino più forte di voi che alla fine potrà anche la partita ma che dopo il vostro abbandono dovrà dire “Ho vinto ma con questo qua non voglio giocare mai più”.

  • FANTASTICO says:

    Un saluto al Maestro Tarascio, a “Masterblaster” e ai lettori.

    Per il signor ” gynuskeen “.

    La ringrazio infinitamente per l’esauriente risposta soprattutto perchè basata su arogmenti scientifici, cosa che secondo me è una discriminante per inquadrare bene il problema e capire davvero bene la situazione. Senza dilungarmi troppo ritengo che le opinioni dovrebbero essere suffragate da studi scientifici che Lei ha molto bene messo in mostra.
    Che dire: ottimo post, argomentazioni serie e valide e spiegazioni chiarissime.
    Probabilmente è l’unione di tutte le cose che Lei ha spiegato che rendono di fatto (almeno fino ad oggi!) le donne non in grado di competere al pari con gli uomini per quel che concerne ovviamente le prime 5-10 posizioni mondiali.

    Nel ringraziarLa per aver trattato un argomento “ostico intellettualmente” ma che ritengo estremamente interessante La saluto cordialmente, come saluto il Maestro Tarascio, “Masterblaster” e i lettori.

    1N Riccio Luigi.

  • Dino70 says:

    Volevo fare i miei più vivi complimenti a Masterblaster per questi bei video sulle aperture, molto utili ed istruttivi anche per il gioco lampo. Un caro saluto e grazie

  • Masterblaster says:

    Grazie per il commento positivo.

  • Dino70 says:

    Un altro stupendo video questo sulla Najdorf…Gustoso e divertente l’aneddoto del giocatore austriaco Danner, ma da ammirare la conduzione di partita di Masterblaster, prima con la scelta a5 e poi con la decisiva e brillante d3! Grazie e ancora complimenti

  • Masterblaster says:

    Qualcuno ha notato che la figurina dell’istruttore che ha in mano un libro sta indicando Nimzowitsch? XD

  • FANTASTICO says:

    Un saluto al Maestro Tarascio, a “Masterblaster” e ai Lettori.

    Anche se con un giorno di ritardo spero accetterà i miei più sinceri e stimati auguri di Buon Compleanno Maestro.

    1N Riccio Luigi

  • FANTASTICO says:

    Un saluto al Maestro Tarascio, a “Masterblaster” e ai lettori.

    Nel complimentarmi per gli ottimi video (molto utili i suggerimenti pratici dati dal Maestro Tarascio sugli arrocchi eterogenei), istruttivi, interessanti e ricchi di spunti di idee, volevo chiedere a “Masterblaster” (già so che il Maestro Tarascio non mi risponderà quindi non gli faccio perdere tempo) se conosce qualche libro dove viene menzionata, “spiegata”, o visionata la linea indicata nel video (sull’immortare di Basman) 1.e4 e5 2.Cc3 Cf6 3.g4.

    Un’ultima osservazione, non per fare polemica (sia il Maestro Tarascio che “Masterblaster” meritano massima stima per il loro lavoro di divulgazione gratuito e ottimo allo stesso tempo), ma per capire: che senso ha fare video se puoi vengono chiusi i commenti?

    Sperando riceva risposta alla mia domanda saluto con rispetto e stima il Maestro Tarascio, “Masterblaster” e i lettori.

    1N Riccio Luigi

  • Giuseppe Tarascio says:

    Mea culpa!
    Ho abilitato commenti anche nella videolezione 89

  • FANTASTICO says:

    Un saluto al Maestro Tarascio, a “Masterblaster” e ai lettori.

    Maestro Lei non ha nessuna colpa…se non quella di fornire gratis tante belle cose sugli scacchi!

    P.S. Se potesse chiedere a “Masterblaster” di rispondere alla domanda che gli ho posto gliene sarei grato.

    La saluto con stima!

    1N Riccio Luigi

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Hit Counter by technology news