Login
Supporta il sito
Newsletter
Notizie e lezioni in pdf.

Hit Counter by technology news
Chi c'é online
1 visitatori online
1 ospiti, 0 membri
Commenti recenti
Contattami su Skype
Skype Me!
Skype Me!
Chat with me
Send me a file
Quiz giornaliero

Finali Alfiere 2

FINALI ELEMENTARI
Linee-guida: cosa occorre studiare
Finali di Alfiere (colore contrario)

Conosciamo tutti la tendenza alla patta di questi finali. Quindi, dobbiamo conoscere solo i modi con cui vincere.
A+P vs A è patta quasi sempre.
A+2 P già diventa più interessante…

Qui per salvare il video: 


4 Commenti a “Finali Alfiere 2”

  • pizzaballa says:

    ciao Giuseppe …ma nei primi due esempi il Bianco poteva fare Ag8 -e poi Af8?

  • Giuseppe Tarascio says:

    Onestamente, non ho capito la tua domanda.
    Comunque, considera una cosa: questi 4 video non sono “farina del mio sacco”. Sono 4 lezioni di un Grande Maestro, noto coach. D’altra parte, solo un professionista, dalla vasta cultura scacchistica, poteva permettersi di dire “quello che bisogna studiare e quello no”. I diagrammi sono una selezione del Grande Maestro: spero li abbia controllati, prima…io mi sono fidato ciecamente 😆 😆

  • pizzaballa says:

    scusa volevo dire Ag7 e poi Af8 ..grazie

  • Giuseppe Tarascio says:

    Ok, ora il quesito è chiaro. Lo riformulo, per chiarezza:”Perchè, nel primo esercizio del video, mostri SOLO la manovra 1.Af6-Ae7 e non la manovra 1.Ag7-f8? Qual è la differenza?”.
    La risposta è la seguente…
    Già, perchè il Grande Maestro mi ha fatto vedere solo una manovra, definendola “manovra tipica”? In effetti, vincono entrambe (sono molto simili). Per cercare di capire, ho acceso Rybka 4 (con Nalimov Tablebases). E la risposta del motore è stata:
    – con 1.Ag7 c’è matto in 11 mosse
    – con 1.Af6 il matto è in 15 mosse.
    Dunque, perchè il GM mi ha mostrato solo quella soluzione? Forse perchè la riteneva più istruttiva. O, forse, perchè non usa chess engines, a scopi didattici.
    In una recente intervista, l’allenatore di Magnus Carlsen ha detto che dedicano 4 ore al giorno a questo esercizio: mostra una posizione al Campione del Mondo e gli chiede:”Come la giocheresti?”. Dopo aver analizzato e discusso insieme i piani, gli mostra la partita reale da cui è stata tratta la posizione e la rigiocano insieme, mossa dopo mossa, cercando di “imparare a memoria la partita”!! E’ un metodo da professionisti, ovvio: nessun motore può “discutere una posizione” col proprio studente. Però, per esercizio, prova a prendere un libro sui finali di alfiere e rigioca sulla scacchiera reale qualche posizione dello stesso genere, controllando se le idee sono le stesse mostrate nel video.
    Buono studio!

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Hit Counter by technology news