Login
Supporta il sito
Newsletter
Notizie e lezioni in pdf.

Hit Counter by technology news
Chi c'é online
2 visitatori online
2 ospiti, 0 membri
Commenti recenti
Contattami su Skype
Skype Me!
Skype Me!
Chat with me
Send me a file
Quiz giornaliero

London 1

LONDON SYSTEM Repertorio completo per il Bianco
Introduzione

In questo video introduttivo parleremo di:
– Perchè studiare il London?
– Aspetti negativi e positivi del London. L’ordine delle mosse.
– Due partite commentate degli autori del libro usato come riferimento (“Win with the London System” 2005):
Johnsen-Kristiansen 2004 e Kovacevic-Ree 1980.

Nella pagina madre (Videolezione 59) trovi un breve riassunto in pdf dell’introduzione.

NOTA 1/9/2016. Un repertorio non ha senso, se non viene aggiornato. A tal fine, ho raccolto nell’ultima pagina LONDON 15 tutti i video, i databases in formato Chessbase, i repertori in formato ECO, per poter aggiungere le monografie (in pdf e pgn) più rilevanti. Usate la password del Grado 11 per accedere e scaricare i nuovi materiali.

12 Commenti a “London 1”

  • shade64 says:

    visto che questo london e’ fatto principalmente per il nero, sara’ il caso di vedere i video dal lato del nero?
    ciao

  • No, assolutamente! E’ repertorio per il BIANCO.
    Il tuo equivoco nasce, probabilmente, dal fatto che nel video consiglio la visione di questo repertorio al Nero, per fare un “viaggio virtuale” tra i vari sistemi di aperture a sua disposizione (N.B. il termine “sistema”, a Scacchi, indica un insieme di idee tipiche e schemi di mediogioco tipici, caratteristici di un’apertura).
    Ma è tutto dal punto di vista del Bianco, come da titolo.

  • enzo scardamaglia says:

    Il tono è veramente spumeggiante, mi sono divertito da morire, bravo Maestro!!!!
    Ma mi sembra di capire che si tratta di un’apertura (o di un sistema) ampiamente superata e che non è prprio consigliata quando hai il Bianco, giusto?
    comunque ancora complimenti, la lezione è come al solito didatticamente ineccepibile!!!

  • No, povero me! Il primo commento era un campanello d’allarme, ma il secondo è una vera e propria sveglia! Ho decisamente sbagliato l’impostazione dell’introduzione (mea culpa): non volevo assolutamente “demotivare” il possibile giocatore del London System. Ma volevo solo “mettere le mani avanti”: non propagando questa (od altra apertura!) promettendo faville (stile Vanna Marchi). Semplicemente, avverto l’eventuale interessato al Sistema di approcciarsi all’apertura con un atteggiamento mentale sgombro da pregiudizi od illusioni (“è apertura facile”, “non devo studiare varianti” “basta capire lo spirito dell’apertura” ecc.ecc.). Col Bianco si può perfettamente adottare questo sistema, ma bisogna sapere che è richiesto un serio studio. Sempre tenendo presente che, se lo gioca solo un GM (Kovacevic) tra i tanti che ormai popolano il mondo scacchistico, ci sarà pure un motivo…

  • Nick says:

    Ebbene Giuseppe non sono qui a scrivere un commento sul London..quello che scrivo lo posto qua per il solo fatto che mi è venuta ora voglia di farlo.Semplicemente STIMA è ciò che provo per la tua persona e la tua dedizione all’insegnamento, in te non si vedono lucro speculazione o specchietti per le allodole ma semplicemente passione!!Le tue lezioni sono cosi vere che se applicate seriamente uno cresce velocemente. In effetti da qualche mese sono seguito da un istruttore (non sto ora a puntualizzare: bravo, meno bravo, di categoria superiore o inferiore alla tua perchè non voglio che chi legge pensi a banali paragoni) ma le tue lezioni mi completano e davvero ti ringrazio,sono al mio quarto torneo ufficiale e ho gia preso la 2N e ti posso garantire che ho due soli punti di riferimento e uno di questi sei tu..cioè non so gli altri come si trovano ma con me funzioni alla grande hai un modo di spiegare che i concetti mi si piantano in testa letteralmente..bene ora ti saluto ma prima di farlo volevo raccontarti un ultima cosa..nella mia ultima competizione a 6 turni nei 4 punti che ho riportato a casa 2 li ho guadagnati col nero e di semi-slava cioè la TUA semi-slava..ciao maestro e spero tu continui..

  • in te non si vedono lucro speculazione o specchietti per le allodole ma semplicemente passione!!
    In effetti da qualche mese sono seguito da un istruttore sono al mio quarto torneo ufficiale e ho gia preso la 2N

    Ho sottolineato due punti interessanti.
    1) Il primo punto è un tuo errore: nessuno fa niente per niente, tanto meno io. Le videolezioni gratis SONO uno specchietto per le allodole!
    2) Il secondo punto è OK. Sei seguito da un istruttore: molto bene, continua TU così! Senza nessuno “dietro”, non si arriva da nessuna parte!
    Quando arrivi a Maestro, manda un altro post, scrivendo: “Ok, ci sono arrivato anch’io!”.
    A presto!

  • Nick says:

    ahahahah vuoi vedere che alla fino sono io l’allodola?..in effetti da autodidatta prima o poi ti blocchi, ti farò sapere appena ci arrivo, buon lavoro maestro

  • luluccio90 says:

    Quando ho conosciuto il London, ho subito personalmente realizzato che dopo 1.d4 Cf6 2.Cf3 se il nero gioca d5, abbandono l’idea del London e rientro nelle varianti con 3.c4 (tenendomi pronto magari a una Grunfeld -da smantellare “alla Berliner”- o a giocare con il pedone di donna isolato), evitando quegli inconvenienti di Db6. Che ne pensa, maestro?

  • Premesso che è una questione di gusti, non credo che il giocatore di London debba abbandonarlo perchè il Nero ha risposto ….d5. Ma, ripeto, è questione individuale.

    Dove invece ho certezze, è su Berliner: la sequenza 1.d4 Cf6 2.Cf3? (oppure 2.Af4?) è da punto interrogativo, secondo Berliner (ma anche secondo Bobby Fischer). Non dimentichiamoci che, tra i GM che usano il London, posso fare solo il nome di Kovacevic.

  • agatti says:

    Sono tornato a cercare di giocare a scacchi dopo circa 15 anni di completa inattività. Non che fossi un giocatore di chssà quale livello. Mi sono imbattuto in questo sito che trovo assolutamente stupefacente per la quantità di lezioni, suggerimenti, idee, materiali, insegnamenti. Spero rimanga vivo ed online a lungo per permettermi di trarne il massimo vantaggio. Sto maturando l’idea di contattarLa per delle lezioni ad-hoc. Grazie di questo fantastico lavoro nel frattempo.
    AG

  • Cavezzana says:

    Complimenti per i video sul London System , li ho guardati decine di volte su YouTube , il repertorio da Lei proposto è valido , per me è un nuovo modo di studiare gli scacchi e non mi pesa . Grazie

  • Davide says:

    Iniziai nel 98 studiando i libri di Ponzetto , Spagnola ed Est-Indiana , mi colpirono molto , ma sinceramente nei Suoi video , piacevoli da vedere più volte , la chiarezza espositiva sia a livello strategico che a livello tattico fa davvero rimanere i concetti in testa . Per esempio ritardo sempre lo sviluppo del cavallo g1 , non posso sbagliare è come avere il Maestro Tarascio vicino mentre gioco un torneo . Sabato un CM mi ha giocato l’ lafiere in f5 , ho giocato lampo la donna in b3 …… mi sentivo a casa .

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Hit Counter by technology news