Login
Supporta il sito

Venditascacchi.it
scacchi, scacchiere e chess set completi artigianali fatti a mano in
Italia
scacchi, scacchiere e chess
set completi
artigianali fatti in Italia

Newsletter
Notizie e lezioni in pdf.

Hit Counter by technology news
Chi c'é online
5 visitatori online
5 ospiti, 0 membri
Commenti recenti
Quiz giornaliero

Videolezione 82


CRITERI DEL CAMBIO

Botvinnik diceva:”Chess is exchange” – gli Scacchi sono il Cambio.
Il problema di quando e come cambiare pezzi
è il Momento Critico di ogni partita di scacchi. Molti risultati sono determinati da questa decisione.
CLASSIFICAZIONI
Ve ne sono molte. Ricordo le principali:
1) Cambi in Attacco vs Cambi in Difesa
2) Cambi in Mediogioco vs Cambi in Finale
3) Cambi Qualitativi vs Cambi Quantitativi
4) Cambi Tattici vs Cambi Strategici
I consigli dati sui libri abitualmente sono:
a) Cambia un pezzo quando è inattivo/cattivo;
b) Cambia un pezzo quando hai poco spazio (all’inverso, evita cambi quando hai vantaggio di spazio)
c) Cambia un pezzo che difende case importanti
d) Cambia pezzi per semplificare tutto ed entrare in un finale vinto. .

Tutti questi principi sono validi, ma vi propongo solo due regole pratiche da applicare.
A) Devi cambiare un pezzo se guadagni un vantaggi (materiale o posizionale);.
B) i pezzi che rimangono sulla scacchiera, dopo un cambio, sono più importanti di quelli che sono usciti dalla scacchiera.
In pratica, entrambi i criteri equivalgono a chiedersi le Conseguenze del possibile (non forzato) cambio.
E, soprattutto, questo approccio significa ignorare la questione “Sono in attacco, voglio vincere, quindi evito i cambi”. Cambiare pezzi non significa essere remissivo o pattaiolo!!

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Hit Counter by technology news