Login
Supporta il sito
Newsletter
Notizie e lezioni in pdf.

Hit Counter by technology news
Chi c'é online
4 visitatori online
4 ospiti, 0 membri
Commenti recenti
Contattami su Skype
Skype Me!
Skype Me!
Chat with me
Send me a file
Quiz giornaliero

Tecnica SCAP – 4

TECNICA SCAP: come calcolare le varianti!!

A volte, eliminiamo mosse candidate solo perchè ci sembrano assurde, a prima vista. Ma la regola della Tecnica SCAP è: controlla tutte le mosse forzanti, anche se sembrano cattive!
Per fare questo, bisogna cancellare le “abitudini umane” e calcolare con gli occhi del computer, senza pregiudizi.
Il peggior difetto di noi umani è la tendenza a fare mosse ‘normali’, ed a scartare ogni mossa ‘impossibile’ o idea strana. Questo mostra un deficit di creatività; ma anche di obiettività (principale caratteristica del computer)! Computers non etichettano mai una mossa come “strana”, e così riescono a calcolare mosse sorprendenti e mosse “normali” allo stesso modo. Poichè l’umano ha bisogno di catalogare le posizioni (non possiamo calcolare TUTTE le mosse legali, come fa un computer!), dobbiamo sforzarci di sviluppare la capacità di trovare mosse forzanti nelle nostre partite. Molti famosi attaccanti avevano l’abitudine di CONSIDERARE PER PRIME proprio le mosse ‘IMPOSSIBILI’, per non correre il rischio di farsele sfuggire.
Trovare mosse sorprendenti (forzanti) è della massima importanza per poter migliorare la capacità di selezione delle mosse candidate.
I due PECCATI CARDINALI della SELEZIONE sono:
1 . Non considerare opzioni forzanti decisive. Se questo è il tuo
problema, hai bisogno di un “Corso” specifico per ‘riprogrammarti’.
2. Consumare troppo tempo su mosse ‘inutili’. Questo è un serio problema, specie se soffri la malattia dello zeitnot (pressione del tempo). Il rimedio per questo disturbo cronico è più difficile, in quanto si rischia di ridurre la tua creatività. Ma con l’esperienza e con lo studio delle partite tattiche dei Maestri si può guarire, specie se ti abitui ad ESAMINARE SEMPRE PER PRIME LE MOSSE PIU’ FORZANTI.
In questo video dovrai confrontarti con esercizi tattici difficilissimi, che richiedono persino il calcolo di varianti lunghe 4 mosse!! Non deprimerti, dunque! Ricorda che, per diventare Candidato Maestro, è richiesta la capacità di calcolare varianti lunghe 2-3 mosse.

Qui per salvare il video:


10 Commenti a “Tecnica SCAP – 4”

  • lupocupo says:

    Finalmente una persona che sa giocare a scacchi, ma sa soprattutto insegnare scacchi!!

  • Matricola says:

    Tutti molto belli e risolti in 2-3 min. L’ultimo era davvero troppo difficile 🙁

  • bvito says:

    Mi piace quando fai dei richiami “storici” come quello sul Mago di Riga le sue partite erano piene di mosse impossibili ed i commenti degli altri GM spesso erano del tipo:”troppo brutta per essere buona” ma spesso finivano per perdere. Grande Giuseppe le nuove generazioni hanno bisogno di questo tipo di richiami perchè senza passato non c’è futuro… meditate gente …meditate.

  • lotar says:

    Sei un insegnante fantastico io sono una schiappa amante degli scacchi che ha avuto la possibilità di giocare non a scacchi ma con gli scacchi con Karpov,Mariotti,Tatai,Taimanow,Timman,e molti altri nella Galleria Il Centesimo di Padova dello scomparso mecenate antiquario Alessandro Bordin.Grazie per le tue lezioni.Sono solo una seconda nazionale di 79 anni.Cerca di insegnare nelle scuole pubbliche.Ciao.

  • Giuseppe Tarascio says:

    Sig. Antonio,
    La ringrazio di cuore! L’onore è mio, nell’averLa come “ospite” dei miei video. Il parere positivo di un esperto Seconda Nazionale come Lei gratifica il mio impegno con questo sito, talvolta deriso o sbeffeggiato od incompreso da anonimi incompetenti.
    Grazie ancora!
    AMICI SUMUS (motto della FIDE, sempre valido tra NOI scacchisti)

  • Bruno says:

    Condivido al 101% 😉 il commento di lotar (aiutante di Mandrake? Se si, si vede quale sia stato uno dei miei fumetti preferiti).
    Ignoro come si giochi a scacchi, sono 2N, ma adoro vedere partite dei grandi e seguire queste fantastiche lezioni, divertenti e molto molto istruttive. AVANTI TUTTA! e grazie “Maestro” Tarascio!

  • FrancescoGiaco says:

    Egr. M° Tarascio, innanzitutto la volevo ringraziare per questi video che generosamente mette a disposizione di chiunque. Li può anche considerare “spazzatura” – per usare un suo aggettivo – ma a mio modestissimo parere sono ben fatti e utilissimi. Io sono una di quelle idiote 2N che comprano tanti libri (e capiscono pochissimo di scacchi e giocano ancora peggio) ma ho imparato (in maniera funzionale ed efficace) di più in questi video, che in tanti libri scritti da autori di chiara fama. Siccome il lupo perde il pelo ma non il vizio, vorrei approfondire la tecnica SCAP…su qualche libro 😉 🙂 anche solo per passare del tempo (non ho più l’età o il tempo per sperare di progredire (o forse non ho semplicemente il talento) 🙂
    Lei, in un commento precedente, rispondendo a una domanda simile, fa riferimento a una replica all’utente Vittorino nel 1° video della serie. Purtroppo non sono riuscito a trovarne traccia. Sarebbe così gentile da indicarmi qualche libro sull’argomento? La ringrazio per l’attenzione e per l’eventuale risposta. E grazie ancora per questo splendido sito!

  • Giuseppe Tarascio says:

    Le Seconde Nazionali spuntano come i funghi. O, meglio, come una erbaccia. Tento di sradicarli, ma è inutile… 😆 😆
    Allora: i post si trovano nella pagina “Tecnica Scap 1” (in particolare, le mie due risposte del 2 e soprattutto quella del 9 maggio 2014). In nessuna delle due, comunque, vi è il riferimento ad un testo specifico. Questo, per due motivi:
    1) Motivo di carattere generale. Non consiglio MAI nessun libro di Scacchi, nè permetto ad altri di farlo (poche ore fa, ho cancellato un post di un utente che linkava un interessante libro sul Dragone Cinese. Non per cattiveria, ma per filosofia personale)
    2) Motivo di carattere specifico: leggi, in quei due posts miei, il preciso riferimento ad altra pagina di questo sito.

  • FrancescoGiaco says:

    Grazie infinite per la cortese, rapida ed esaustiva risposta. Ho trovato il link e ho letto le risposte. Da quella del 9 maggio sono anche riuscito a reperire qualche informazione in Internet. Non mi permetto di argomentare sulle scelte di filosofia personale o sui motivi di carattere generale, ma comprendo benissimo (e concordo) con i motivi di carattere specifico. Se avessi ancora tempo e possibilità di progredire (o le qualità per poterlo fare) il Videocorso sarebbe un must. La prossima volta che qualcuno, al Circolo, mi chiede un consiglio su un libro, gli suggerisco questa pagina web e di iscriversi ai corsi, invece di qualche titolo più o meno valido. Spero che sia un modo per ringraziarla per i suoi video.
    Grazie ancora per la sua gentilezza e disponibilità. Ho imparato davvero tanto. Chissà…forse è riuscito a sradicare un’altra 2N 😉

  • David Mazzone says:

    Grazie Maestro
    Questi quattro video sono stati una rivelazione per me, io sono un non classificato e non ho mai partecipato ad un torneo, non ho nemmeno circoli nelle vicinanze dove poter confrontarmi con gente più esperta, ma devo dire che ora quando gioco contro i miei amici, mi sento un po come Rubenstein che dopo sei mesi torna al suo vecchio circolo scacchistico e batte ripetutamente il suo maestro, ovviamente il livello di gioco non è lo stesso.. ma la soddisfazione è la medesima senza dubbio 🙂
    Al momento non conoscendo bene le varie aperture, mi baso in tutto e per tutto sui principi di Berliner per le fasi iniziali(a volte commettendo anche errori clamorosi per l’enfasi che ci metto), comunque pensare strategicamente in questo modo e poi in fase tattica applicare SCAP, mi sta dando delle soddisfazioni incredibili.
    Grazie per aver creato questo sito e per la passione che riesce a trasmettere… per me questa è la Libreria di Alessandria degli scacchi.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Hit Counter by technology news